Aree di intervento

 
Istruzione, salute, sviluppo sostenibile.
A fianco dei più vulnerabili per costruire assieme un futuro migliore.
Natangué in Wolof significa fioritura, prosperità, sviluppo. Natangué è anche il concetto che guida l’azione delle nostre tre associazioni: unire al sostegno dell’educazione infantile il sostegno di attività produttive delle mamme in una prospettiva di sviluppo duraturo. Fare con loro e non a loro posto.

Nel 2008, per la prima volta nella storia dell’umanità, la popolazione urbana ha sorpassato la popolazione rurale. Un terzo delle persone che abitano in città, più di un miliardo, vive nei bidonvilles (favelas in brasiliano). La città di Mbour è passata da 60.000 abitanti a 400.000. I nuovi quartieri non hanno infrastrutture adeguate, mancano di acqua potabile, elettricità, abitazioni, ospedali, scuole, posti di lavoro per i nuovi venuti. I bambini piccoli sono le prime vittime di questa precarietà.

+ 20.000 dal 2008

I bambini che hanno ricevuro un’istruzione di base dall’apertura della nostra prima scuola.

+ 100 al giorno

Le persone che ora possono accedere a cure mediche gratuite o sovvenzionate.

+ 1000 l'anno

Le famiglie che beneficiano dei programmi di formazione, sviluppo e micro credito.

Istruzione_pg

Istruzione

Nei paesi in via di sviluppo, l’istruzione sembra un privilegio, e non un diritto umano. In Senegal, in media si ricevono poco più di tre anni di formazione elementare. Solo la metà della popolazione raggiunge l’alfabetizzazione di base, di cui il 39% delle donne. Con risorse limitate, il governo può costruire massimo cinque o sei scuole l’anno in tutto il paese. Coloro che hanno la fortuna di frequentarle, spesso lo fanno in condizioni di sovraffollamento e insicurezza. Molti istituti esistenti sono costretti a espandersi per accogliere il maggior numero possibile di bambini, approntando strutture temporanee fatte di paglia, tela e cartone, che vengono spazzate via durante la stagione delle piogge, lasciando gli studenti senza un’aula, e interrompendo così i loro progressi.

Da quando abbiamo aperto la prima scuola nel 2008, ne abbiamo erette o ampliate oltre 10 a Mbour, con particolare attenzione alle materne ed elementari. Attraverso partnership con i governi locali, costruiamo strutture pubbliche che reclutano docenti di talento da tutto il Senegal per dare lezioni di francese, arabo, matematica, geografia, storia e per insegnare abilità durature, utili negli anni di formazione superiore. Le nostre scuole includono corsi d’arte, cucine per preparare i pasti, uffici che danno dignità alla professione di insegnante, servizi igienici puliti e acqua potabile.

In totale, più di 20.000 bambini e bambine hanno ricevuto un’istruzione grazie al nostro lavoro, ma ne rimangono ancora centinaia di migliaia che hanno bisogno di aiuto.

 

Salute

Un bambino su 21 in Senegal morirà prima dei cinque anni. Non solo… malattie improvvise o patologie croniche possono diventare un affare complesso e costoso, minacciando la stabilità delle famiglie e il progresso educativo di chi è infermo. Al di là delle emergenze, quasi il 30% dei giovani nel Paese è considerato malnutrito, spesso perché i genitori non possono permettersi alimenti contenenti proteine ​​e carboidrati. Una gravidanza su 30 comporta la morte della madre o del nascituro. Infine, persistono grandi disparità nell’accesso alle cure tra le aree della capitale e l’entroterra, il che porta a infezioni non rilevate, trattamenti domiciliari impropri, e disfunzioni permanenti sia tra gli adulti che per tra i più piccini.

La nostra associazione ha investito in programmi e strutture in grado di migliorare l’offerta sanitaria nelle comunità che serviamo. Un ambulatorio medico nel complesso di Natangué, un reparto maternità e una scuola per studenti con disabilità ci hanno permesso di rispondere alle necessità delle popolazioni svantaggiate di Thies, e di avere un impatto diretto sulla salute di centinaia di vite ogni giorno, che ora possono accedere a cure mediche gratuite o sovvenzionate.

salute
sviluppo sostenibile

Sviluppo sostenibile

Mentre il paese sta passado da una struttura prevalentemente rurale e agricola a un’economia industriale e di servizi urbanizzata, molte famiglie senza istruzione e senza competenze necessarie, sono impreparate a competere in questa nuova società. Sempre più spesso, i lavori richiesti sono quelli che possono essere occupati da diplomati delle scuole superiori e dei college, e i mestieri qualificati diventano una risorsa preziosa per coloro che sono in grado di praticarli.

Dal 2009 aiutiamo le donne a raggiungere l’indipendenza economica grazie ad un programma di formazione e di sviluppo. I nostri corsi forniscono certificazioni riconosciute in sartoria, cucito, cucina e acconciature, con particolare attenzione al sostegno di coloro non hanno completato l’istruzione secondaria. Questi studi, che sono gratuiti o fortemente sovvenzionati, preparano le loro iscritte a professioni molto richieste nelle città del Senegal. Inoltre finanziamo progetti di microcredito e aiutiamo a creare imprese socialmente responsabili, che coniugano economia e comunità.

Riconoscere le radici agrarie del paese – infine – è fondamentale per nutrire i centri urbani appena sorti. Sosteniamo, quindi, il coordinamento e la gestione di una cooperativa agroalimentare tutta al femminile. Le cipolle fresche, i pomodori, le arachidi, i manghi e le patate qui coltivati ​​vengono venduti al mercato cittadino, a beneficio delle famiglie e delle scuole dell’intera area.

Come puoi aiutarci

Dona ora

Sostieni i nostri progetti in corso d’opera.

Sostieni a Distanza

Garantisci l’istruzuione di un bambino.

5x1000

Destina la tua quota Irpef a FAI in Senegal.